Categorie

Ristrutturazioni interni, ecco come farle al meglio

Published : 29/10/2021 08:29:25
Categories : Edilizia , Hobby e Fai da te

Ristrutturazioni interni, ecco come farle al meglio

Vuoi scoprire come effettuare ristrutturazioni interni nel miglior modo possibile? in questo articolo trovi tutto ciò di cui hai bisogno, partendo dall’analisi degli interventi necessari fino alla soluzione migliore per tutte le tue esigenze, sia che tu voglia affidarti ad un professionista sia che tu voglia farlo con il fai da te.

Ristrutturazioni interni, quando è necessario un intervento?

Prima di iniziare i lavori, ti consiglio di riflettere attentamente sugli interventi che hai intenzione di effettuare, questo solitamente dipende dalla cifra che hai a disposizione, dalla tipologia di casa e dallo scopo della ristrutturazione. 

Inizia a valutare lo scopo: per quale motivo vuoi effettuare la ristrutturazione interni

La risposta a questa domanda porta generalmente a 3 conclusioni:

  1. Sei in possesso di una vecchia abitazione che necessita assolutamente dei lavori per essere abitabile.

  2. Vuoi migliorare l’efficienza energetica della casa.

  3. Vuoi cambiare il design degli interni.

1 Ristrutturazioni case vecchie

Ristrutturazioni case vecchie

Se sei in possesso di un’abitazione datata non in perfette condizioni, ti consiglio di far fare dei controlli da degli esperti per verificare l’effettiva stabilità dell’immobile, poi puoi procedere con il lavoro più adatto. 

In questo caso, la scelta migliore è partire dai pavimenti essendo la base di tutti gli interventi successivi e degli arredi che andrai a posizionare.

Scegli se mantenere il pavimento originale (spesso se in pietra o in grossi mattoni potrebbe essere molto suggestivo) o realizzarne uno nuovo, sfruttando materiali di ultima generazione (ti garantiscono qualità e durevolezza). 

Uno dei punti chiave per le ristrutturazioni di case vecchie è lo stato degli impianti, valuta con attenzione il corretto funzionamento delle tubature del gas, dell’impianto elettrico e di quello idraulico.
Spesso infatti gli impianti di questi immobili potrebbero essere in condizioni critiche, dovrai valutare infatti se basta fare interventi mirati o è più conveniente fare un impianto ex novo sfruttando prodotti all’avanguardia che miglioreranno anche l’efficienza energetica della casa. 

 Gli interventi che puoi svolgere in completa autonomia sono in grado di trasformare radicalmente gli interni della casa, dopo esserti liberato degli arredi presenti puoi ad esempio eliminare tutti i tramezzi, facendo diventare un ambiente chiuso un open space. 

Fai particolare attenzione alla presenza delle eventuali tubature passanti all’interno dei tramezzi e alle polveri e calcinacci generati dall’intervento di “demolizione”. 

Ti consiglio di intervenire in questa fase per eliminare le eventuali muffe, in commercio trovi facilmente prodotti appositi che ti permettono di eliminarle e prevenirne la nuova formazione. 

Se l’abitazione è molto vecchia, sicuramente avrà molti problemi a livello di isolamento termoacustico dovuto ai materiali utilizzati per la costruzione. 

In questo caso non puoi intervenire direttamente sulle mura della casa ma puoi adottare soluzioni alternative:

 

  • Lavorare sull’involucro esterno - copri l’intera superficie della casa con pannelli isolanti semplicemente applicandoli sopra le pareti esistenti; in questo caso puoi utilizzare per il fissaggio sistemi tradizionali (guide, montanti, lastre, viti, etc.), ovviamente ti consiglio di scegliere materiali adeguati agli esterni o agli ambienti umidi come il Silipan o le lastre in fibrocemento.

  • Realizzare contropareti in cartongesso - le contropareti in cartongesso sono un’ottima soluzione per migliorare l’efficienza termoacustica della tua casa, questo perché è possibile inserire al loro interno strati di materiale isolante.

  • Sostituire gli infissi - questo punto è probabilmente il più importante, perché anche una casa perfettamente coibentata può risentire degli effetti negativi di infissi rovinati o vecchi.
    Per questo tipo di intervento ti consiglio di affidarti sempre ad un professionista.

 

Realizzare contropareti in cartongesso  

 

Realizzare contropareti in cartongesso è una delle soluzioni più semplici per migliorare in tempi brevi e con costi contenuti l’efficienza termoacustica di casa tua.

Il processo di montaggio è molto semplice:

 

  1. Inizia prendendo le misure per determinare la posizione della controparete;

  2. Applica la guarnizione isolante ai profili;

  3. Fissa a terra il primo profilo con delle viti, poi procedi con i laterali e con quello superiore;

  4. Prendi le misure e inizia a posizionare i profili verticali, aiutati con una livella per determinare l’inclinazione perfetta;

  5. Riempi la struttura con i pannelli di materiale isolante, solitamente vengono utilizzati: lana di vetro (coibentazione acustica), lana di roccia (coibentazione termica/acustica), polistirolo (coibentazione termica) etc. ;

  6. Taglia i pannelli di cartongesso a misura e inizia il montaggio, fissali alla struttura di metallo con delle viti;

  7. Usa dello stucco per coprire le giunture e procedi con la rifinitura con della carta vetrata;

  8. Ora che hai realizzato la prima parete, non ti resta altro che proseguire con la verniciatura dei pannelli; 

 

2 Migliorare l’efficienza energetica della casa

 

Le ristrutturazioni interni per migliorare l’efficienza energetica della casa prevedono diverse tipologie di interventi, che hanno costi a partire da piccole cifre fino a cifre molto importanti. 

Per questa tipologia di ristrutturazione è sempre meglio affidarsi ai professionisti del settore che, partendo dal progetto, ti faranno un preventivo ad hoc considerando tutte le tue esigenze. 

I lavori principali che puoi effettuare sono:

  • Installazione cappotto termico

  • Posa pavimento in legno

  • Installazione nuovi impianti termici e idraulici

  • Sostituzione infissi

 

Il sistema di coibentazione interna è molto importante per avere un maggiore controllo sulla temperatura interna della casa, perché in inverno aiutano a mantenere il calore prodotto dall’impianto di riscaldamento e in estate il fresco del condizionatore, in questo modo avrai un notevole risparmio economico. 

Il pavimento in legno ti consente invece di avere un ambiente elegante e con un migliore rendimento termico, questo perché la tipologia utilizzata per questo tipo di interventi è caratterizzata da un ottimo isolamento termico. 

Per quanto riguarda invece gli impianti idraulici e termici, questi spesso nel corso degli anni potrebbero essersi danneggiati o aver perso efficienza, in questo caso è necessario dunque un intervento di manutenzione o in casi più estremi di sostituzione.

Nell’ultimo caso, puoi optare per l’installazione di un impianto a pannelli solari o fotovoltaici che ridurranno notevolmente i costi di gestione della casa.  

La sostituzione degli infissi ricopre un ruolo cruciale, questo perché l’installazione di finestre a doppio vetro con guarnizioni di ultima generazione riducono a zero le infiltrazioni di aria all’interno della casa.

 

3 Progettazione interior design

Interior design 

Questa fase è la più delicata delle tre perché da essa dipende il risultato finale della casa. 

La progettazione interior design prevede lo studio degli spazi e degli oggetti di uso comune che andranno a riempire la casa, il negozio o l’ambiente di lavoro. 

Il punto di partenza per un lavoro di qualità è sempre l’analisi degli aspetti estetici, pratici e funzionali per poter sviluppare un disegno completo. 

Per questa fase delle ristrutturazioni interni puoi affidarti ad un professionista o risparmiare molto denaro e farlo con il fai da te.

 

Designer di interni

Nel primo caso la cosa più importante è comunicare con l’azienda o il professionista che si occupa dei lavori, bisogna creare infatti una relazione di fiducia per poter lavorare in perfetta sintonia e di conseguenza ottenere il risultato dei tuoi sogni. 

Essere molto presenti in casa durante i lavori (ovviamente rispettando i professionisti) ti aiuta a plasmare l’ambiente in corso d’opera, questo è essenziale perché spesso le idee e gli effetti stabiliti in fase di progettazione non sempre sono realizzabili, in questo caso potrai decidere con il Designer (chiamato anche stilista d’interni) come risolvere la questione nel migliore dei modi possibili.

 

Prima di iniziare i lavori ti consiglio di confrontarti con il designer di interni per stabilire questi punti chiave:

  1. Gli spazi delle stanze sono bilanciati correttamente?

  2. C’è bisogno di un bagno in più?

  3. E’ possibile creare eventuali cabine armadio?

  4. Quale stile hai intenzione di scegliere?

  5. La luce valorizza correttamente tutti gli ambienti?

A questo punto puoi definire un piano di marcia ed iniziare i lavori.


Idee per ristrutturare casa fai da te

Se hai deciso di rimodellare il design degli interni con il fai da te, ti consiglio di prenderti del tempo e valutare molto attentamente l’idea finale del progetto. 

Inizia facendo uno schizzo della tua idea e poi verifica se sia effettivamente realizzabile, decidi in questa fase se hai intenzione di mantenere qualche cosa e getta via il resto. 

La scelta dello stile è molto importante perché da essa dipendono i materiali che andrai ad utilizzare e di conseguenza determinano il costo finale dei lavori. 

Scegli il colore delle pareti e procedi a dipingerle con molta cura, per un risultato ottimale ti consiglio di acquistare un trabattello con ruote, che ti permette di lavorare in tutta la casa in piena sicurezza e facendoti fare molta meno fatica. 

In alternativa puoi optare per l’acquisto di una scala in alluminio, leggera e resistente che, sicuramente, avrai occasione di utilizzare anche in futuro per impieghi differenti. 

Ti consiglio comunque di scegliere sempre arredi del giusto dimensionamento, materiali e tecnologie di buona qualità e una buona illuminazione.

 

 

4 Quali sono i permessi per ristrutturare casa internamente?

 

Se hai deciso di ristrutturare gli interni di casa tua, sicuramente ti sarai chiesto quali siano i permessi necessari, questo però dipende dal tipo di intervento da effettuare. 

I lavori edili si dividono infatti in due grandi categorie:

  • Lavori di manutenzione ordinaria (per approfondire puoi leggere questo articolo)

  • Lavori di manutenzione straordinaria

I lavori di manutenzione ordinaria ricadono nell’edilizia libera e quindi non richiedono alcun tipo di documentazione o autorizzazione e comprendono interventi di: tinteggiatura pareti, sostituzione pavimenti, manutenzione di impianti.

I lavori di manutenzione straordinaria invece richiedono la Comunicazione Inizio Lavori (CIL) e se hai intenzione di cambiare le volumetrie o di eliminare elementi della struttura, devi richiedere la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA).
Per questo tipo di interventi è sempre meglio affidarsi ad un’impresa edile che si occuperà di ottenere tutte le autorizzazioni necessarie. 

 

In conclusione ti voglio dare un ultimo consiglio: per le pratiche di ristrutturazione di casa sono attualmente disponibili molti finanziamenti che ti permettono di svolgere i lavori risparmiando molto denaro, se vuoi approfondire l’argomento leggi questo articolo!

Share this content

Add a comment

 (with http://)

PayPal